Coltivatori di Emozioni vince il Green Pride 2018

,

La Fondazione UniVerde, presiedutada Alfonso Pecoraro Scanio e ZapGrid-GMT, presieduta da Gianfranco Nicolé, hanno consegnato, presso la sala dell’Istituto di Santa Maria in Aquiro del Senato, il “Green Pride 2018” a “Coltivatori di Emozioni” in occasione del convegno ”Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile: E-mobility, turismo sostenibile e cooperazione internazionale” promosso in collaborazione con la senatrice Loredana De Petris, presidente del Gruppo Misto.

Lo stesso presidente Pecoraro Scanio ha consegnato l’importante riconoscimento a Paolo Galloso, fondatore della “prima piattaforma di digital farming italiana”, “per aver ideato un nuovo ciclo produttivo responsabile a sostegno dell’ambiente e delle microeconomie locali”.

“E’ un grande onore per noi e desidero ringraziare la Fondazione – ha dichiarato Paolo Galloso -. Ricevere il “Green Pride 2018” ci dice che abbiamo intrapreso la strada giusta. Un percorso iniziato per amore della natura e del nostro Paese. Rafforzati da questo riconoscimento, ci impegneremo con crescente passione per la valorizzazione dei nostri territori, delle tradizioni e delle piccole e medie imprese italiane, che rappresentano la vera forza economica del nostro Paese. Sostenere la microeconomia e tutelare l’ambiente oggi significa sostenere l’economia di questo Paese.”

green-pride-2018.jpeg

Istituito nel 2011 per valorizzare le best practice di green economy in Italia, il “Green Pride” sostiene le realtà che danno un contributo concreto per uscire dalla crisi del vecchio modello economico, basato sui combustibili fossili, e per creare nuova occupazione e green jobs, una migliore qualità della vita in armonia con l’ambiente naturale e per affermare un nuovo modello basato sul binomio innovazione–sostenibilità.

E’ quanto promuove fattivamente “Coltivatori di Emozioni”, la piattaforma di digital farming italiana che consente di coltivare a distanza e ricevere direttamente a casa i prodotti tipici della terra. E’ la dimostrazione che, attraverso la tecnologia, è possibile innovare l’agricoltura, promuovere il recupero e la valorizzazione dei terreni incolti, tutelare l’ambiente e creare nuove opportunità di lavoro per i giovani, i disoccupati e gli emarginati.

Fondata da Paolo Galloso nel 2016, “Coltivatori di Emozioni” nasce con lo scopo di avvicinare il consumatore alla natura e alle attività agricole rendendolo partecipe del ciclo biologico e dandogli la possibilità di gustare un prodotto sano e genuino ottenuto attraverso coltivazioni che non utilizzano prodotti chimici dannosi.

 

http://www.e-gazette.it/sezione/green-life/coltivatori-emozioni-vince-green-pride-2018

Coltivatori di Emozioni

,

Coltivatori di Emozioni è una piattaforma tutta italiana di Social Farming nata nel 2016. In occasione dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile riceve il Green Pride 2018 come Best Practice per aver ideato un nuovo ciclo produttivo a sostegno dell’ambiente e delle microeconomie locali.

Applichiamo la tecnologia all‘agricoltura per recuperare i terreni incolti, tutelare l’ambiente e creare nuove opportunità di Green Job.

Educhiamo i giovani studenti al rispetto ed alla conservazione delle tradizioni agricole dei loro territori, divulgando l’alimentazione sana e naturale e la cultura gastronomica italiana.

La rete di Coltivatori di Emozioni costituisce il punto di incontro tra fornitori, associazioni noprofit, aziende, amministrazioni pubbliche, scuole e consumatori e opera per garantire sostegno alle piccole imprese agricole: ogni ciclo produttivo genera occupazione, raccolto dopo raccolto preserviamo le tradizioni e tramandiamo l’antica saggezza dei mestieri a nuovi contadini.

MISSION

Dalla tradizione famigliare, dai sogni e dal coraggio di reinventarsi dei nostri agricoltori, nascono progetti emozionanti e innovativi che vedono premiati il lavoro, la qualità e il l’eccellenza italiana. Innovare non è solo creare qualcosa di nuovo ma anche rendere attuali valori e tradizioni di un tempo.
Un mondo fatto di storie che vogliamo raccontarvi e che solo conoscendole potrete condividere.