Coltiviamo emozioni
E’ arrivato l’Autunno: è tempo di Olio!

E’ arrivato l’Autunno: è tempo di Olio!

Ci si prepara alla raccolta delle Olive, ecco come nasce l’oro giallo: l’Olio Extra-Vergine di Oliva.

Con l’arrivo della nuova stagione ci si prepara alla raccolta delle olive. Scopriamo insieme le tecniche e i segreti della produzione dell’olio e dei nostri coltivatori.

Quando?

Il periodo per la raccolta va da inizio ottobre fino alla fine di dicembre, dipende però dal tipo di oliva (precoce o tardiva), da ciò che si intende ricavarne e dalle condizioni climatiche.

Per le olive “da tavola” ad esempio, il frutto deve essere grande e polposo, se invece si vuole estrarre l’olio il frutto non deve essere eccessivamente maturo.

Si ritiene che il momento migliore per la spremitura e la resa in olio sia quando il cambiamento di colore da verde a violaceo e poi nero è ad un livello del 50-60%.

Come?

Le principali tecniche di raccolta sono:

  • La brucatura: è la raccolta con le mani, adatta in caso di piante basse e ideale per non danneggiare le olive evitando processi di fermentazioni che alzano i livelli di acidità dell’olio;
  • La bacchiatura: si percuotono i rami provocando la caduta del frutto sulle reti, non è l’ideale se si vuole ottenere un olio raffinato in quanto alcuni frutti potrebbero danneggiarsi;
  • La pettinatura: in questo caso si pettinano i rami con dei rastrelli, provocando la caduta dei frutti:
  • La raccatura: è la raccolta delle olive già cadute naturalmente

Dopo la raccolta le olive si conservano in ceste areate per massimo 48 ore e poi si portano al frantoio.

Tra gli agricoltori di Coltivatori di Emozioni abbiamo aziende agricole che si dedicano proprio alla raccolta e alla spremitura delle olive, per produrre poi Olio Extra-Vergine. Venite con noi a scoprire chi sono…

Sulla nostra ‘Via dell’Olio’

Avete mai fatto, ad esempio, un giro tra le colline ciociare? Un territorio per lo più sconosciuto dove sorgono distese di uliveti, muretti a secco e stradine bianche. Qui, a Serrone, un borgo arroccato sulle pendici del Monte Scalambra, da sempre vocato all’agricoltura c’è l’azienda di Luca Terenzi. Luca continua la passione agricola che gli è stata tramandata dai nonni producendo un ottimo olio di oliva. Fin da bambino seguiva suo nonno nei distesi campi di ulivo, osservandolo attentamente nel suo lavoro. Ancora oggi il sogno di Luca è quello di far sì che tutti possano riscoprire i benefici effetti di una dieta basata su prodotti sani e stagionali privi di sostanze tossiche.

Continuando una piccola passeggiata sulla nostra Via dell’Olio, si può raggiungere il litorale adriatico. Qui a Petacciato si respira quiete e serenità dall’alba fino a quando le cicale e i gabbiani smettono di cantare al tramonto.

Dal borgo antico si gode di un panorama mozzafiato, un litorale luminoso di sabbia fine, un tripudio di colori accesi che illuminano dalla Maiella al Gargano, passando dall’arcipelago delle Tremiti.

In questo territorio, resistono famiglie come quella di Stefano Benoni che fanno l’olio come una volta salvaguardando i nostri preziosi tesori agroalimentari e la nostra tradizione.

Scendendo più giù, in Puglia, e precisamente in Salento, giungiamo a Novoli, un paese nella provincia di Lecce. Le colture di olivo qui rappresentano una delle più antiche tradizioni agricole e rurali della zona.

Nelle sue terre natie, Federica Guerrieri custodisce questa tradizione salentina assieme a suo padre Pasquale. Federica, dopo aver vissuto in Australia ha deciso di tornare nelle sue terre per portare avanti l’identità del suo territorio con forza e tenacia. Oggi la loro azienda storica produce olio oltre a vino, miele e ortaggi.

Per finire, non poteva mancare la tappa nella magica Sicilia; qui nel cuore del Belice c’è Oleum Mazzola, un’azienda nata dalla passione di Salvatore Mazzola, padre di Manfredi e Giulia. 

In queste terre nascono due cultivar autoctone d’eccezione: la Biancolilla IGP Sicilia e la Nocellara DOP Valle del Belice. 

I valori fondanti dell’azienda Oleum Mazzola: la cultura BIO, il rispetto delle tradizioni e l’attenzione al territorio. Il sogno di Manfredi? chiudere completamente la filiera acquistando un proprio frantoio per incrementare la qualità già unica del loro olio.

Un oro giallo che fa, dunque, brillare l’Italia da nord a sud. 

E’ possibile gustare l’olio prodotto dai nostri agricoltori anche acquistando le box di Coltivatori di Emozioni Buona degustazione!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

0
Il tuo carrello è vuoto!

Non hai aggiunto nulla al carrello, dal menù principale seleziona Adotta, Box Regalo o Guest Experience per scoprire cosa offre Coltivatoridiemozioni.

Browse Products