Coltiviamo emozioni
Una vendemmia da ricordare

Una vendemmia da ricordare

ULTIMI GIORNI DI UNA VEDEMMIA PARTICOLARE

Giunge a conclusione un periodo di attività intense per le aziende vitivinicole della nostra rete. La vendemmia 2020 è stato un duro banco di prova per le piccole aziende a conduzione familiare; infatti, nel clima di una situazione di emergenza che, non solo ha visto mancare importanti aiuti, ma anche ha creato molti dubbi sullo scenario economico futuro, le aziende vitivinicole, sono riuscite a portare a termine questa importante vendemmia.

Come già vi abbiamo anticipato tutte le aziende hanno dato un nuovo senso alla vendemmia, trasformandola in un momento nel quale ricongiungersi con i propri familiari o per sentire un comune senso di vicinanza ed appartenenza alla propria comunità.

LA VENDEMMIA: UN MOMENTO PER CELEBRARE E CONDIVIDERE

Ogni azienda, caratterizzata da una specifica tradizione vitivinicola, ha seguito i tempi ed i modi che caratterizzano la storia delle proprie uve, come Gabriella di Azienda Santa Clelia.

La sua vendemmia è iniziata il 19 settembre, giorno nel quale hanno reso l’azienda, la protagonista di una vendemmia unica fatta di giochi e celebrazione delle uve, con un pic-nic e tante attività immerse nelle vigne (sempre nel rispetto delle norme sanitarie in vigore).

Partita con le uve destinate alla produzione degli spumanti e seguita dalle uve per il passito, è giunta a termine con le preziose uve destinate all’Erbaluce.

In generale Gabriella afferma che, grazie all’aiuto del sole e di generiche condizioni climatiche favorevoli, il 2020 è stato un anno soddisfacente, in termini di qualità e quantità.

Il 19 settembre ritorna anche per un’azienda che fa parte di un’importante area rurale della Campania, vale a dire l’area vesuviana.

Qui infatti, Carmela, come tutte le altre aziende della “zona Vesuvio, lato mare, zona Comune di Trecase”, ha iniziato la sua vendemmia il 19. Non un giorno casuale, ma il giorno dopo la festa di San Gennaro, che sancisce l’inizio ufficiale della vendemmia.

“La tradizione vuole, che in onore del Santo, a cui è intitolata la chiesa principale del paese, il giorno dopo e al termine dei festeggiamenti, inizi la vendemmia!”

Una festa che ogni anno rinnova l’amore per questa coltivazione e che mantiene forte il senso della comunità vesuviana e, soprattutto, il profondo legame della famiglia di Carmela con le importanti coltivazioni della sua azienda.

UN’ANNATA PROMETTENTE PER IL LAMBRUSCO MANTOVANO DOC

Anche Paola di Azienda Pacchioni ha mantenuto il sapore “familiare” della sua vendemmia. Infatti, come ogni anno, è l’intera famiglia che si rende protagonista della raccolta, mantenendo così il legame che, di generazione in generazione, unisce i Pacchioni con le uve Lambrusco.

I suoi vigneti di uva a bacca rossa, al fine di poter essere utilizzate per la vinificazione del Lambrusco Mantovano DOC, necessitano di una piena maturazione e di una cura attenta e, di conseguenza, è stata una delle ultime aziende a terminare la vendemmia.

Come ricorda “nel nostro vigneto le piante sono sane grazie al lavoro di protezione delle viti fatto durante tutto il ciclo colturale e in special modo durante la loro fase vegetativa. Un vigneto sano porta a migliorare la produzione di uva, ma la salubrità delle piante quasi mai avviene senza l’intervento dell’uomo.”

Proprio per questo i mesi precedenti sono stati molto importanti per il monitoraggio delle uve.

Attraverso l’utilizzo di procedimenti certificati nell’ambito del metodo biologico, l’azienda ha lavorato molto nella prevenzione dagli attacchi dei parassiti e dall’insorgenza di malattie. Grazie alle “operazioni colturali biologiche”, il benessere della pianta aumenta e, come afferma Paola:

“la diretta conseguenza di questo stato ottimale è una produzione abbondante e qualitativamente elevata […] con un buon grado zuccherino, una maturazione polifenolica appropriata e un adeguato livello di acidità. Tutti fattori che permettono una perfetta sintesi degli aromi delle uve”

IN OGNI MOMENTO VICINI ALLE AZIENDE DELLA NOSTRA RETE

Una vendemmia, quindi, che giunge a conclusione mantenendo il sapore della tradizione ed una grande soddisfazione da parte dei viticoltori.

Una soddisfazione alla quale hanno contribuito anche gli utenti della rete di Coltivatori che, non solo hanno dato un grande supporto nei mesi precedenti, ma anche durante il mese di settembre.  Infatti, grazie alla nostra nuova Box delle Emozioni, dedicata alle tradizioni vitivinicole, la nostra community continua a supportare le aziende vitivinicole che, terminata la vendemmia, si troveranno ora impegnate nelle importanti fasi di trasformazione delle uve.

Un aiuto che ha avuto i suoi effetti positivi durante questa vendemmia e che continuerà anche nei mesi futuri grazie ai nostri utenti. Perché è proprio grazie a loro ed all’amore per l’agricoltura che continuiamo a tramandare tutto il sapore speciale dei prodotti agroalimentari italiani.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

0
Il tuo carrello è vuoto!

Non hai aggiunto nulla al carrello, dal menù principale seleziona Adotta, Box Regalo o Guest Experience per scoprire cosa offre Coltivatoridiemozioni.

Browse Products