Coltiviamo emozioni
Ti aggiorno: Le curiosità di Ezio

Ti aggiorno: Le curiosità di Ezio

Lo Sapevi Che | Azienda Agricola I Bo

Ezio ci racconta tutto quello che c’è da sapere sulle lavorazioni di un noccioleto!

Ogni stagione ha la sua lavorazione e le sue limitazioni imposte dalla certificazione IGP assegnata alla miglior cultivar di nocciola, la Tonda gentile trilobata del Monferrato.

Spollonatura: l’operazione principale della potatura di produzione del nocciolo è la cosiddetta spollonatura. I polloni (germogli) crescono velocemente dalla base della pianta e vanno in competizione con il resto della vegetazione, compromettendo la produzione. La rimozione dei germogli si può fare sia in inverno che in primavera. La spollonatura può avvenire chimicamente, meccanicamente o manualmente.

Trattamenti antifungini invernali: nel biologico sono consentiti i trattamenti antifungini a base di rame. Tra i più utilizzati:

  • la poltiglia bordolese (o vetriolo azzurro), è un preparato ottenuto dalla neutralizzazione del solfato rameico con idrossido di calcio, che si utilizza senza necessità di aggiungere calce.
  • Il solfato rameico pentaidrato o tribasico è il sale puro di rame, che va neutralizzato miscelandolo con calce per evitare fenomeni di tossicità per le piante.
  • Gli ossicloruri di rame sono combinazioni idrate di ossido rameico con un cloruro e risultano meno fitotossici rispetto al solfato di rame.

Potatura: consiste nell’eliminazione dei rami in eccesso per far crescere alberi sani e produttivi. Il periodo ideale per eseguire la potatura del nocciolo è l’inverno, tra la caduta delle foglie e l’inizio della fioritura. È importante distinguere tra la potatura di allevamento e quella di produzione, quindi tra i tagli che si eseguono nei primi anni per impostare la forma e gli interventi annuali che invece regolano la produttività della pianta.

Concimazione: la concimazione organica avviene in primavera e può essere manuale per le piante piccole e meccanica per quelle più grandi.

Raccolta: il periodo di raccolta delle nocciole è l’autunno: i frutti maturano a fine agosto e la loro raccolta può protrarsi fino ad ottobre. Naturalmente il momento esatto per raccogliere le nocciole varia a seconda della zona climatica in cui ci si trova, dalla varietà di nocciolo coltivata e dalle temperature nell’annata.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

This will close in 0 seconds

Accedi

This will close in 0 seconds

This will close in 0 seconds

Accedi a Coltivatori di Emozioni


This will close in 0 seconds


    This will close in 0 seconds

    ItalianEnglish
    0
      0
      Carrello Adozioni
      Carrello vuoto!Ritorna a navigare
        Apply Coupon